Il motore centrale viene usato sempre di più, ma è davvero migliore o il motore nel mozzo che é il più venduto al mondo, rimane un’ottima alternativa?


Motore nel mozzo


Il motore nel mozzo, che utilizza prevalentemente il sensore di pedalata (speed sensor), permette di pedalare anche senza fare il minimo sforzo, specie in pianura. Permette cioè, la cosiddetta "pedalata simbolica" in quanto il motore si attiva già con la semplice rotazione dei pedali, che non deve necessariamente comportare una spinta importante. Questo mezzo è indicato per le persone che usano, per esempio, la ebike al posto del ciclomotore o dell'auto per spostarsi in città o su percorsi ciclabili, ma prevalentemente asfaltati. La cosa positiva del motore nel mozzo con speed sensor è che si hanno due bici in una: volendo si può usare la bici a motore spento in pianura e godersela come una normale bici, così come accenderla in salita o per evitare di far fatica e di sudare. La potenza erogata dal motore nel mozzo, è sempre piatta e costante, permettendo, semplicemente attivando la rotazione del pedale, anche senza spingere, di raggiungere in totale relax i 25Km/h di legge e godersi la brezza, senza una goccia di sudore.

Per utenti normali e per tragitti urbani o extra urbani, volendo anche per qualche strada bianca o “sterrato leggero”, ma anche con salite impegnative, è quindi particolarmente indicato il motore nel mozzo (meglio posteriore se si percorrono salite per la migliore trazione), rispetto ad un motore centrale. Ovviamente, se si devono percorrere percorsi in salita, deve essere un motore con una buona coppia, meglio se alimentato a 48 Volt, in modo da non "affaticare troppo” la batteria e perdere poi in autonomia.


Motore centrale


Il motore centrale, normalmente (ma non necessariamente) abbinato a un sistema a sensore di sforzo (torque sensor o sensore di coppia) e posizionato sul movimento centrale (l’asse dei pedali), agisce erogando una potenza proporzionale alla spinta che l'utente applica sul pedale. Questo vuol dire che, se non si pedala mantenendo la catena in costante "tiro" e se non si spinge bene sul pedale, il motore non eroga la potenza necessaria a spingere la bici avanti e non vi porterà mai a 25km/h. Questa configurazione è più indicata per un utilizzo in fuoristrada e normalmente non per usare la bici da spenta (la pedalata è più faticosa e quindi si può fare per brevi tragitti), perché questi motori nascono nell’ottica di usare la bici col motore acceso. Con questo tipo di motore, quindi, non è possibile fare la "pedalata simbolica" e viene richiesto sempre uno sforzo più o meno forte da parte del ciclista; quindi, se fa caldo, si suda anche in pianura! I motori centrali con sensore di coppia, non sono particolarmente indicati per chi vuole usare la sua ebike per andare in ufficio, portare il bimbo a scuola o per chi, insomma, non ha una predisposizione a considerare la pedalata anche come esercizio fisico, ma vanno benissimo per l'uso in fuoristrada, dove la gestione della potenza risulta perfettamente modulabile dal piede dell'utente. Ecco perché le e-mtb sono praticamente tutte a motore centrale. Questo comunque non esclude che esistano anche delle city bike con motore centrale che possono essere comunque apprezzate, se uno ama la pedalata “piena” e non ha problemi a faticare un po’.


PER CAPIRE MEGLIO


Cerchiamo di vedere il tutto con degli esempi pratici:


  • Avete una certa età e volete andare al lavoro senza dovervi cambiare prima di entrare in ufficio? La scelta più consigliata è: motore nel mozzo.

  • Volete una ebike da utilizzare sia per andare al lavoro, che per fare scampagnate tranquille e un sano esercizio fisico vi piace? Meglio motore nel mozzo, ma anche motore centrale.

  • Vi piace fare fuoristrada leggero in collina e girare in campagna? Meglio motore centrale, ma anche motore nel mozzo.

  • Amate andare per sentieri in collina e montagna o siete tipi sportivi? Motore centrale.


#ebike#middrive#vs#hubdrive#bici#bicielettrica#ebik#motorecentrale#motorenelmozzo

192 visualizzazioni1 commento

Aggiornato il: 23 feb 2019


The Mid Drive is used more and more, but is it really better than the Hub Motor that is the best-selling in the world, or it remains an excellent alternative?


Engine in the hub


The hub motor, which mainly uses the pedal sensor (speed sensor), allows you to pedal even without making the least effort, especially in the plains. It allows the so-called "symbolic pedaling" since the motor is already activated by simply rotating the pedals, which does not necessarily have to imply an important push. This bike is suitable for people who use, the ebike as a means of transport instead of the moped or the car to move around the city or on cycle paths, but mainly asphalted. The positive thing about the hub drive with speed sensor is that you have two bikes in one: if you want you can use the bike with the engine off in the plain and enjoy it like a normal bike, as well as turn it uphill or to avoid fatigue and sweat. The power delivered by the motor in the hub is always flat and constant, allowing, simply by activating the rotation of the pedal, even without pushing, to reach in total relaxation the 25Km / h of law and enjoy the breeze, without a drop of sweat.

For normal users and for urban or extra-urban journeys, also for some dirt road or "light gravel road", but also with difficult climbs, it is particularly recommended the engine in the hub (better back if you climb climbs for better traction), compared to a central engine. Obviously, if you have to travel uphill, it must be a motor with a good torque, better if powered at 48 Volt, so as not to "tire too much" the battery and then lose autonomy.


Mid Drive


The central engine, normally (but not necessarily) combined with a torque sensor and positioned on the central movement (the axis of the pedals), acts by delivering a power proportional to the thrust that the user apply on the pedal. This means that if you do not pedal while keeping the chain in constant "pull" and if you do not push well on the pedal, the engine does not deliver the power necessary to push the bike forward and will never take you to 25km/h. This configuration is more suitable for off-road use and not normally to use the bike when it's off (pedaling is more tiring and therefore you can do for short trips), because these engines are born in order to use the bike with the engine running. With this type of engine, therefore, it is not possible to make the "symbolic ride" and always requires a more or less strong effort on the part of the cyclist; so, if it's hot, you sweat even in the plains! The central motors with torque sensor, are not particularly suitable for those who want to use his ebike to go to the office, bring the child to school or for those, in short, does not have a predisposition to consider the ride as physical exercise, but they go very good for off-road use, where the power management is perfectly modulated by the user's foot. That's why the e-mtb are practically all with a central engine. This however does not rule out that there are also city bikes with a central engine that can still be appreciated, if one loves "full" pedaling and has no problem to work hard.


TO BETTER UNDERSTAND


We try to explain you with help of some practical examples:

  • Do you have a certain age or do you want to go to work without having to change you before entering the office? The most recommended choice is: Hub motor.

  • Do you want an ebike to use both to go to work, to make quiet outings and healthy exercise do you like? Better the hub motor but also the Mid drive is ok.

  • Do you like doing light off-roading in the hills and cruising in the countryside? Better the mid drive, but also the hub motor is ok.

  • Do you love going for hill and mountain paths or are you a sportsman? The most recommended choice is: Mid Drive.



#ebike#middrive#hubmotor#ebik#bicielettrica#motorecentrale#motorenelmozzo


12 visualizzazioniScrivi un commento

Richiedi un giro di prova ainfo@ebik.ch o +41 76 369 82 77

EBIK SA

Via corso Elvezia 37 - 6900 Lugano (Ticino) - Switzerland 

© 2019 by Ebik.ch

  • Grey Facebook Icon
  • Instagram - Grigio Cerchio